La consegna delle borse di studio tra gioia e commozione

La consegna delle borse di studio tra gioia e commozione
13
Mar

Nel Salone degli Specchi di Palazzo di città s’è svolta la “cerimonia del cuore” dell’Amat. La consegna delle borse di studio ai figli dei dipendenti che si sono distinti a scuola, dai più piccoli fino agli universitari, è uno dei momenti nei quali la grande famiglia dell’Amat si incontra durante l’anno. Tutti insieme per parlarsi, scambiarsi opinioni, idee e progetti e per guardare orgogliosi i propri figli ricevere gli attestati del loro buon profitto. Enzo Rochira, il presidente del Circolo dipendenti, ha dato il saluto a tutti con un pizzico di emozione, che ha saputo a stento trattenere, ha ringraziato i suoi colleghi, il presidente e il cda, anche perché si avvicina l’ora del suo addio al lavoro che ha svolto con grande impegno per quarant’anni. La presidente Giorgia Gira ha ricambiato auguri e saluti e ha incoraggiato le decine di ragazzi presenti a continuare con impegno lo studio perché così i traguardi ai quali si punta sono meno difficili da raggiungere. Alla cerimonia erano presenti, oltre alla presidente, i consiglieri d’amministrazione Anita Conversano e Francesco Scarinci, il direttore amministrativo Pietro Carallo e il capo del personale Fabiola Menenti.