Natale tra i due mari, clima di festa a bordo dell’Adria

26
Nov

La “pettolata” tra i due mari organizzata da Amat sabato 24 novembre ha ottenuto un buon riscontro ed è stato un test superato positivamente. L’iniziativa ha suscitato una nuova curiosità. La motonave Adria ha ospitato un centinaio di passeggeri che, accompagnati dalle musiche del gruppo dell’istituto Paisiello, hanno navigato per oltre un’ora tra mar Piccolo e mar Grande non per la classica escursione turistica o scolastica, ma per sperimentare un modo innovativo di utilizzare le navi. Il progetto dell’azienda è destagionalizzare il servizio allungando il periodo di impiego dei mezzi  e far diventare Adria e Clodia location naviganti per eventi legati alle tradizioni locali, e non, e per appuntamenti particolari pubblici e privati. Sabato sera Amat ha voluto festeggiare Santa Cecilia, anche se due giorni dopo rispetto al calendario. Ai passeggeri sono state offerte le pettole, accompagnate da buon vino, mentre i ragazzi del “Paisiello” hanno suonato musiche natalizie e pastorali lungo il tragitto. Vedere la città illuminata dal mare è uno spettacolo inusuale e suggestivo che ha incantato gli ospiti, molti dei quali turisti alloggiati nelle strutture alberghiere della città. Il ponte superiore della nave è rimasto affollato lungo tutta la navigazione a dimostrazione che il clima tarantino consente di stare in mare anche all’aperto. E, in ogni caso, la città si può gustare anche dal ponte inferiore coperto. Al rientro, attorno alle 19, abbiamo registrato commenti positivi e promesse di ritorno a bordo per i nuovi appuntamenti che Amat sta programmando.