In giro tra i vicoli con il “calessino”

In giro tra i vicoli con il “calessino”
20
Mag

Girare nei vicoli della città vecchia di Taranto può essere difficile, di qui la necessità di un mezzo di trasporto adatto. Ecco nata e realizzata l’idea di “Taranto in calessino” ad opera di Giovanni Cianciaruso e Gabriele Dormio in collaborazione con Silvio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo. L’iniziativa è stata presentata l’altro giorno in piazzetta san Francesco. «Abbiamo immaginato una Taranto accogliente – ha detto Cianciaruso – e in grado di offrire emozioni speciali, pensando al modello di Capri e Ischia negli anni ’60». L’idea s’è trasformata in progetto grazie al bando «Startà» l’incubatore di impresa nato nel progetto Taras, progetto sostenuto da Fondazione con il sud e promosso da Programma Sviluppo in rete con il Comune di Taranto, l’Università degli Studi di Bari tramite il Dipartimento Jonico, Confcooperative Taranto, Centro Servizi Volontariato Taranto, Istituto Professionale di Stato Cabrini e Universus Csei, centrato sulla valorizzazione in chiave turistica del territorio. Il calessino è un “Ape” riadattato per ospitare due persone che  vogliono girare tra i vicoli della città vecchia. Il mezzo gode inoltre di un’audioguida in lingua italiana, inglese e francese. “Oltre alla città vecchia – ha aggiunto Gabriele Dormio – stiamo pensando anche alla possibilità di portare i turisti in visita all’oasi del Wwf e stiamo lavorando per attivare nel prossimo futuro anche delle escursioni in barca e tour enogastronomici». Il servizio funziona tutti i giorni dalle 9 alle 21, conta su un punto di accoglienza in piazza Fontana, sul sito web www.apecalessinotaranto.it e una pagina facebook per trovare le informazioni ed effettuare prenotazioni.