Annullato il concertone del primo maggio

Annullato il concertone del primo maggio L’affollatissimo parco durante il concerto (immagine da Internet)
14
Mar

L’edizione 2017 del primo maggio tarantino organizzato dai Liberi e Pensanti non ci sarà. Non bisogna però considerarlo un addio ma solo un arrivederci. Lo hanno annunciato durante un incontro con la stampa gli stessi organizzatori definendo la decisione  «sofferta ma necessaria». E’ stata presa poiché a giugno sono previste le elezioni amministrative e la campagna elettorale «si preannuncia particolarmente velenosa, considerato anche il numero dei candidati Sindaco che cresce di giorno in giorno». Lo chiamano anche “segnale forte alla politica perché non faccia di questa manifestazione uno strumento per l’imminente campagna elettorale pro o contro qualcuno. Un segnale forte alle forze oscure di questa città pronte a utilizzare per scopi elettorali e politici tutto ciò che ruota intorno a #unomaggiotaranto. Un segnale forte alla città perché quando si spengono le luci, finito lo show e pulito il parco (poi nuovamente abbandonato dall’amministrazione comunale) il Comitato non resti solo a combattere per i restanti 364 giorni contro le ingiustizie di questo territorio. Perché Taranto siamo tutti noi». Non sono mancate le critiche all’amministrazione-Stefàno «inadeguata e incapace» e che l’anno scorso «ha permesso coscientemente l’abusivismo con una mancanza di controllo da parte delle autorità preposte. Impossibile non ricordare lo sciopero della polizia municipale indetto casualmente proprio la giornata del Primo Maggio e che ha provocato gravissime ripercussioni economiche sulla manifestazione». In video hanno parlato anche Michele Riondino, Diodato e Roy Paci.