Qualità della vita, Taranto resta in coda

Qualità della vita, Taranto resta in coda Una veduta di Taranto dal mare
13
Dic

Taranto risale di due posizioni rispetto all’anno precedente ma resta sempre in coda, 105esima con 374 punti, nella graduatoria della qualità della vita stilata dal Sole24ore. Questo genere di classifiche vengono variamente interpretate: molti non le prendono proprio alla lettera ma le considerano come sommarie valutazioni; per altri rappresentano il Vangelo. I settori d’indagine sono sei: reddito, risparmi consumi; affari, lavoro, innovazione; ambiente, servizi, welfare; demografia, famiglia, integrazione; giustizia, sicurezza, reati; cultura, tempo libero, partecipazione. In testa si conferma Aosta seguita da Milano e Trento. Le province meridionali occupano, come di consueto, le posizioni più basse della classifica e rimane confermato il divario fra le province di maggiori dimensioni e quelle più piccole. Taranto è ultima tra le pugliesi e le altre province restano comunque in coda. Bari è 85esima (+3), Lecce 92esima (+13), Brindisi 96esima (-5), Foggia 102esima (+1), Bat 104esima (-19). A Taranto i risultati peggiori riguardano i sottosettori: Affare, lavoro, innovazione (98esima), Ambiente, servizi, welfare (104esima), Cultura, tempo libero, partecipazione (99esima), Demografia Famiglia Integrazione (104esima).