Ilva, il gup rinvia a giudizio 47 imputati

Ilva, il gup rinvia a giudizio 47 imputati Una veduta degli impianti siderurgici dell’Ilva a Taranto
1
Mar

Dopo aver respinto tutte le eccezioni di competenza territoriale presentate dai difensori di alcuni imputati il giudice per l’udienza preliminare Anna De Simone ha fissato al 17 maggio la prima udienza del processo “Ambiente svenduto” sul presunto disastro ambientale provocato da Ilva. Il magistrato ha rinviato a giudizio 44 persone fisiche e 3 società, Ilva, Riva Fire e Riva Forni Elettrici, sposando le tesi della procura. Le varie imputazioni si riferiscono ad associazione a delinquere finalizzata a disastro ambientale, all’omissione dolosa di cautele sui luoghi di lavoro, all’avvelenamento di sostanze alimentari, corruzione e falso e abuso d’ufficio. Tra gli imputati, oltre ai vertici dell’Ilva, il sindaco di Taranto Ezio Stefàno, l’ex presidente della Regione Nichi Vendola, l’ex presidente della Provincia Gianni Florido.