Gestione virtuosa dei sinistri: in cinque anni costi assicurativi ridotti alla metà

Gestione virtuosa dei sinistri: in cinque anni costi assicurativi ridotti alla metà Bus dell’Amat
20
Feb

(wpog) Dal prossimo I aprile andrà in esecuzione il nuovo contratto assicurativo per il triennio 2016-2019, per effetto del bando di evidenza pubblica pubblicato il 20 novembre 2015. La polizza coprirà la responsabilità civile verso terzi dei 120 bus del parco aziendale Amat. Il costo complessivo ammonta a 862.572,60 euro con un risparmio di 55.695 euro rispetto allo scorso anno, segnando un ulteriore passo avanti nella politica di riduzione dei costi variabili che sta consentendo alla società di guardare al futuro con ottimismo. Un solo dato per dare la dimensione esatta del risparmio di gestione realizzato; rispetto al costo assicurativo sostenuto nell’anno 2011, che ammontava a 1.786.012,48 euro, il risparmio totale realizzato fino al 2016 è di 923.439,88 euro. Oggi spendiamo circa la metà rispetto a cinque anni fa per assicurare i bus dell’Amat. Abbiamo agito in tre diverse direzioni:

a) Riduzione del numero dei sinistri. Nel periodo 2008 – 2015 il numero dei sinistri si è ridotto di circa la metà, determinando un grande benefico nel rapporto sinistri-premi a vantaggio della società.

b) Accordo “premio evitati sinistri”. Non vi è dubbio che l’accordo siglato nel 2007 con le organizzazioni sindacali sui premi da riconoscere ai lavoratori per i sinistri evitati ha prodotto risultati positivi contribuendo a raggiungere l’obiettivo di riduzione dei costi assicurativi, riconoscendo benefici economici annuali ai conducenti.

c) Controllo manageriale del rischio assicurativo. Il controllo, il monitoraggio e la gestione del rischio assicurativo hanno consentito un salto di qualità nella nostra capacità di contrasto dei fenomeni diffusi di truffe assicurative, garantendo ai nostri conducenti una attenta assistenza tecnica e legale.

Un risultato di grande valore, quindi, ottenuto con il contributo decisivo di tutte le donne e gli uomini dell’Amat ed a ciascuno di loro va riconosciuto il merito di aver partecipato attivamente per la realizzazione di tale obiettivo. Un apprezzamento particolare va indirizzato ai componenti dell’Ufficio Sinistri, dottoressa Tiziana Tursi e signor Carlo Balbo, per aver saputo in questi anni lavorare con passione e determinazione alla realizzazione del controllo manageriale del rischio assicurativo, controllo indispensabile per realizzare una riduzione del premio assicurativo di questa dimensione.