Inquinamento ai Tamburi, ecco le prime contromisure sul traffico

Inquinamento ai Tamburi, ecco le prime contromisure sul traffico Una strada del quartiere Tamburi
17
Dic

Nuovi percorsi stradali per i mezzi pesanti e le auto e utilizzo pieno di autobus Euro 6 e a metano per il trasporto pubblico. Sono le prime misure che il Comune di Taranto progetta di attuare nel quartiere Tamburi per migliorare la situazione generale generata dalle emissioni provenienti dall’area industriale. Il sindaco Ippazio Stefàno ha colto i suggerimenti giunti dal direttore generale di Arpa Puglia, Giorgio Assennato, durante il confronto di alcuni giorni fa svoltosi a Palazzo di città insieme con i rappresentanti della Asl. E’ stato fatto il punto sulle rilevazioni del Pm10 e sul quadro generale ambientale del rione più vicino alle ciminiere ed è stato deciso di adottare in via sperimentale alcuni provvedimenti. Il comandante della polizia locale studierà la possibilità di creare alternative ai consueti itinerari stradali, quanto meno nella fascia oraria 12-18, periodo nel quale essendo maggiore la dispersione degli inquinanti in atmosfera si vuole ridurre l’apporto del traffico veicolare. In particolare si vuole evitare la congestione in via Orsini, le cui centraline hanno rilevato una maggiore concentrazione di ossidi di azoto e di Ipa rispetto ad altre zone dello stesso quartiere. Il sindaco ha inoltre concordato con l’azienda pubblica di trasporto  di impiegare nel quartiere a breve, entro 30 giorni), bus Euro 6 o a metano. Si tratta di esperimenti che se otterranno risultati positivi, certificati dall’Arpa, diventeranno definitivi.